Mandi Sergio

 

 

sergio comuzzi

Ciao Sergio, ti ricordiamo con un pensiero di un nostro dirigente:

– Oggi leggendo il messaggero e trovando il trafiletto in allegato mi è venuta una stretta al cuore, e visto che ormai tutto si era compiuto per ricordare Sergio non trovo niente di meglio che sfogarmi con voi. Con chi altri se no ?

Mi ricordo le chiacchierate in federazione, le fumate abusive (chiudeva la porta dell’ ufficio e apriva la finestra), le sue telefonate per evitare problemi e sanzioni (ricordate la semifinale promozione in serie D col Tolmezzo ?), la sua gestione del caso Roncioni  e tanto altro ancora come le sue presenze come addetto FIP a tanti spareggi e finali, sempre composto sempre tranquillo sempre risolutore.

Sergio lavorava per passione, ricordo anche quando mi raccontava delle sue partite all’ aperto d’inverno sugli “incredibili ” campi triestini, non chiedeva nulla ma un grazie se lo merita.

In questo mia c’ è il mio sincero grazie per lui.

Mandi Sergio.

1 comment

  1. Giorgio Comuzzi aprile 13, 2015 10:57 am  Rispondi

    Purtroppo non conosco la persona che ha scritto sul mio papà, visto che non ha firmato, ma volevo ringraziarla comunque, per essersi ricordato di un uomo che ha dedicato una grandissima parte della sua vita alla pallacanestro, la sua passione era incredibile, dover smettere per raggiunti limiti di età per lui è stato durissimo, meno male che c’erano i nipoti! Concludo ribadendo che era una persona molto umile e seria, che non ha mai chiesto nulla in cambio di quello che ha fatto, e credetemi è stato moltissimo, e sicuramente avrebbe meritato un riconoscimento pubblico per i risultati che ha raggiunto in tutti i campi della pallacanestro udinese. grazie e saluti
    Giorgio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *